Brand Reputation nel calcio: vendere i campioni conviene?



Penso che una squadra di calcio (sopprattutto se di Serie A) debba il numero degli abbonamenti allo stadio alla propria Brand Reputation.

I tifosi oggi sono “clienti” particolari: sono impulsivi, vogliono tutto e subito e hanno una memoria cortissima (a volte dura al massimo una settimana). 

Malgrado ciò, hanno un forte legame di appartenenza con la propria squadra in cui colla viene rappresentata pricipalmente dai campioni che ne fanno parte.

Di conseguenza la percezione da parte dei tifosi (clienti a questo punto) che hanno verso la propria squadra del cuore si è creata durante i mesi precedenti all’inizio del campionato, attraverso la gestione della campagna acquisti/cessioni.



Sapendo che il problema pricipale di una società è di non andare in passivo (anche se negli ultimi anni sembra proprio di no) che conseguenza può avere vendere una propria Bandiera (vedi Kaka – Real Madrid) ? 

Mi vengono immediatamente in mente 2 cose:

- casse della società che sorridono;

- Reputation buttarsi in un fosso dalla vergonga.

Ma…gli abbonamenti a Settembre?! Non si anti-fedelizza il cliente? o si punta sulla loro “memoria corta”?



Articoli correlati

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

} catch(err) {}